About

Screenshot 2019-05-25 at 12.44.54

Anthropotales è un salotto di riflessione antropologica, dove quindi l’umanità è onnipresente. Tuttavia, si tratterà di una prospettiva più ampia rispetto all’antropologia ordinaria.

Per me l’antropologia è ovunque. Possiamo farla quando usciamo la sera, quando cuciniamo o arrediamo la nostra casa, quando osserviamo la natura. Qualcuno direbbe “che palle”, ma io penso solo “chissà perché?”.

Mi ritengo abbastanza brava a osservare gli altri, voglio osservare per potermi fare delle domande, per azzardare risposte, per cambiare idea, per imparare, per applicare, per offrire e ricevere punti di vista e per sorprendermi.

Perchè il nome Anthropotales?

Il nome è costituito da:

anthropos (greco) – uomo

tales (inglese) – racconti, storielle

Arrivare a questo nome ha richiesto un bel po’ di tempo e pazienza! Credo che il nome racchiuda la mia personale idea dello scopo dell’antropologia: raccontare dell’uomo.

Sì, tutto carino, ma in pratica…di cosa parlerai?

Ehhh…allora…la pratica non è il mio forte. Per rimanere sempre fedeli all’atmosfera caotica di Anthropotales e della mia personalità, ecco una bella lista:

  • Riflettere su idee spesso considerate ovvie e banali
  • Curiosità generali di importanza culturale e/o sociale (l’antropologia dello spazio sarà un tema ricorrente)
  • Relazioni sociali, linguaggio, introversione, valori, relazione uomo-ambiente, elementi di psicologia e/o filosofia trattati da una principiante/studente
  • Piccoli racconti tratti da esperienze personali
  • Contributi di guest-writers
  • Idee e concetti astratti (e.g. “cosa significa essere interessanti?”)
  • Discutere, approfondire e smantellare detti e luoghi comuni, stereotipi e pregiudizi
  • I vostri suggerimenti (se ne sarò all’altezza!)

Il tutto analizzato in chiave antropologica.

Anthropotales è un luogo dove niente è ovvio e la banalità viene smascherata e smontata nei suoi pezzi costituenti.

Ho sempre visto l’utilità dell’antropologia come l’avere gli strumenti adatti per saper spiegare i perché del genere umano a una specie extraterrestre. E, dato che ci sono molte cose che non mi riesco a spiegare della nostra società, magari qualche riflessione più profonda potrà illuminarci.